Archivio del Tag tv

Questo è giornalismo?

Ho postato questo video per renderci conto di chi fa l’informazione in italiana.E’ un video vecchio, me ne rendo conto, ma questo individuo è ancora in circolazione.

Altri giornalisti dopo un’affronto del genere sarebbero ora a raccogliere patate nei campi. Senza offesa per gli agricoltori.

E pensare che retequattro la paghiamo noi. Rete quattro ha perso l’appalto delle sue frequenze, vinto da Europa 7, con il provvedimento del 1999, infatti Europa 7 avrebbe dovuto trasmettere il suo palinsesto, già dal 2000, al posto di R4 che avrebbe dovuto emigrare sul satellitare. Lo stato italiano (noi) paga centinaia di migliaia di euro al giorno (300.000 se non ricordo male) come penale per continuare a mandare in onda la terza rete di Mediaset. Questo grazie alle continue proroghe del governo che rimanda di anno in anno la chiusura di R4 sulle frequenze analogiche.

Ma per fortuna c’è chi ci aumenta l’iva per SKY, c’è chi ci da la Social Card da 40€ al mese, c’è chi dice che dobbiamo spendere e comprare per affrontare la crisi. Ma se questa persona togliesse dalle p…le questa TV inutile? Quanti soldi risparmierebbe l’Italia.

Come diceva un famoso comico di Zelig: "sono tutti froci con il culo degli altri".

Gli sprechi non sono di noi cittadini ma purtroppo di chi ci governa. Destra o sinistra che sia.

14 Commenti

Articoli Simili

Berlusconi Matusalemme

Silvio Berlusconi scrive un’articolo su Kos, rivista bimestrale diretta da don Luigi Verze’ dell’editrice San Raffaele, che la vita media può allungarsi fino a 120 anni. Dice che abbiamo ricerche e mezzi capaci di poter prolungare la vita ben oltre il secolo: ”Se la durata media della vita e’ stata di poco superiore ai vent’anni sino all’Ottocento, di quarant’anni all’inizio del Novecento ed e’ arrivata oggi a ottant’anni perche’ non si può’ davvero arrivare in un futuro prossimo a cento vent’anni vissuti in buona salute?” Questo grazie alla medicina preventiva, il controllo del DNAW e con l’uso delle cellule staminali. Il premier sostiene che "la vita è un dono che ciascuno di noi deve saper spendere virtuosamente e intensamente”.

Certo che la prospettiva di vedere i nostri politici arrivare fino a 120 anni è inquietante. E poi pensate come la prenderebbe Veltroni se sapesse che il Silvio rischia di campare oltre il secolo.

Sinceramente penso che allungare l’aspettativa della vita sia controproducente. Ma ci pensate se questo accadesse veramente…!!! Ma quante tasse saremmo obbligati a pagare? E sicuramente il limite dell’età pensionabile arriverebbe a 100 anni. Visto che adesso, dal momento che si va in pensione, se riesci a goderti una 20 di anni di riposo (con una pensione da fame) ti va già grassa, immaginatevi ritrovarvi a 120 anni a godervi la pensione spendendola per cateteri e bombole d’ossigeno.

Ma soprattutto in politica ci vuole un sano ricambio, giovani rampati capaci di soddisfare l’Italia con pensieri giovani e attuali, non dei vecchietti che per dare il loro voto in camera appoggiano la dentiera sul pulsante. Questo però non è un futuro ipotetico, come quello citato dal Premier, ma purtroppo è già realtà. Il parlamento è vecchio, e come il pesce, comincia a puzzare.

Prendiamo come esempio l’episodio che ieri ha visto come protagonista il senatore a vita Giulio AndreottiW. Non sarebbe il caso di starsene in pantofole a casa, come dovrebbe fare anche Cossiga, a godersi lo stipendio di senatore a vita che purtroppo gli italiani gli pagano?

4 Commenti

Articoli Simili

Gelli Star Televisiva

Cerchiamo di aprire questo post con un’esempio, così tanto per introdurvi nell’argomento e capire di cosa si tratta.

Ammettiamo che "tu", che leggi, in passato sei stato processato e condannato in sentenza definitiva per i seguenti reati: Divulgazioni di notizie contenenti segreti di Stato, calunnia nei confronti dei magistrati Turone, Viola e Colombo, depistaggio sulle indagine della strage di Bologna e bancarotta fraudolenta del banco Ambrosiano.

No no… non scappate in Messico il mio era solo un’esempio. Non siete stati voi a fare tutto questo ma il novantenne Licio GelliW.

Ma torniamo all’esempio. Se qualcuno di voi avesse fatto tutte queste cose, sopra elencate, dove si troverebbe adesso? La risposta è semplice e la sappiamo tutti. Di certo non ci troveremmo in procinto di presentare un nostro programma televisivo.

Purtroppo è questo quello che è successo a Licio GelliW. Infatti l’ex capo della loggia massonica P2 è stato chiamato dalla rete OdeonTV per presentare un programma che racconterà la storia d’Italia. Chi meglio di lui può raccontare la nostra storia, un’uomo che è stato implicato nei più nefasti capitoli del nostro paese.

Qui sotto riporto le parole di Licio GelliW pubblicate sul sito dell’Unità.it:

"L’unico che può andare avanti è Berlusconi: non perché era iscritto alla P2W, ma perché ha la tempra del grande uomo che ha saputo fare, anche se ora mostra un po’ di debolezza perché non si avvale della maggioranza parlamentare che ha"

E ancora:

"Se uno ha la maggioranza deve usarla, senza interessarsi della minoranza. Non mi interessa la minoranza, che non deve scendere in piazza, non deve fare assenteismo, e non ci devono essere offese. Ci sono provvedimenti che non vengono presi perché sono impopolari, e invece andrebbero presi: bisogna affondare il bisturi o non si può guarire il malato"

Vuoi vedere che Licio Gelli mangia nella stessa trattoria di Cossiga!!!!????

4 Commenti

Articoli Simili

Web TV da Paura!!!

logo-rifletto.gifCon la sempre più vasta diffusione delle connessioni a banda larga sono nati migliaia di siti che offrono servizi per le connessioni veloci. Primi fra tutti i siti che offrono una Web TV in streaming.

Scommetto che molti di voi hanno cercato o si sono imbattuti in alcune di queste TV.  Molte delle quali interessanti ma tutte con un’unico punto negativo, la limitazione di programmazione a causa dei diritti d’autore. Certo sono comunque molto belle ma i programmi che normalmente trasmettono sono amatoriali e questi tipi di programmi di certo non ci inchiodano per ore davanti al monitor del PC, considerando anche che molte di queste offrono una qualità video molto scadente e dimensioni dello scermo ridicolarmente piccolo.

Ma le cose nel mondo delle Web TV sembrano essere cambiate. Ho scoperto da poco una nuova WEB TV che offre contenuti e qualità da paura!!! Se volete strabuzzare gli occhi con il suo palinsesto andate a visitare il sito http://www.riflettotv.it/ vi assicuro che rimarrete a bocca aperta. Alcuni titoli:

Superman Return, Batman Begin, Independence Day, I nuovi episodi di Star Wors e fino a qualche giorno fa c’era in programmazione Ratatuie, film d’animazione tuttora in programmazione al cinema.

Per accedere alla Web TV non occorre pagare niente e nemmeno registrarsi, basta andare sul sito e sceglie cosa vedere. Ci sono tantissimi canali tematici che vanno dal cinema, ai ducumentari, ai motori, musica, ecc…

Lo so cosa state pensando, è la stessa cosa che ho pensato io la prima volta che ho visto Rifletto TV….: ma come fanno ad avere i permessi per trasmettere in Streaming tutti quei programmi e film che addirittura non si sono ancora visti sulle tv casalinghe? Volete la mia risposta??? NON NE HO LA MINIMA IDEA!!!

Ho provato a cercare sul sito qualcosa che mi spiegasse i motivi per cui Rifletto TV ha il permesso di strasmettere gratuitamente programmi coperti da diritti d’autore ma non ho trovato niente che spigasse tutto ciò.

Se devo dire la mia ci sono solo due o tre motivi per il quale questa TV può esistere:

1) Gli autori del sito hanno preso accordi economici con chi gestisce i diritti d’autore.

2) Gli autori del sito sono riusciti a trovare la scappatoia legale sui diritti d’autore

3) Il sito è totalmente inlegale e avrà vita corta.

Purtroppo penso che il terzo sia quello più plausibile ma spero tanto di no. L’idea di Rapido è bellissima e sarebbe bello sapere che qualcuno è riuscito la dove molti non hanno nemmeno tentato.

36 Commenti

Articoli Simili

Canone Rai

cinescopio.jpg

Canone Rai!!! A volte ci penso e adesso ho deciso di scrivere qualcosa a riguardo.
Facciamo il punto della situazione. Ogni anno paghiamo il canone Rai, quest’anno è stato di 104€, ma vi siete mai chiesti il perchè?
La Rai ci dice che serve per migliorare le trasmissioni sulle sue reti!!
Obbiettivamente parlando… si sono visti i risultati?
Certo è vero che negli ultimi anni tutte le TV italiane lasciano un po a desiderare ma pagare una certa sommetta per vederla trasformare in niente mi sembra esagerato.
Senza poi tener conto che la Rai, nonostante il canone, ci bombarda di pubblicità come, se non di più, di Finivest.
Ma questo non è la cosa più negativa riguardante la tassa che ci obbligano a pagare.
Vi siete mai chiesti qual’è il vero motivo del canone? La Rai ci riempe la testa con false promesse e motivazioni per le quali paghiamo, facendoci credere che i nostri soldi servano per migliorare le trasmissioni televisive. E non è neanche una canone come lo si potrebbe intendere per le TV a pagamento: paghi e vedi, con la Rai non è così visto che se anche non paghi vedi comunque.
Penso che questa campagna deviatrice della Rai si incentrata sopratutto sulle nuove generazioni che a causa della giovane età non ricordano, anzi non sanno proprio, il vero motivo per cui gli italiani pagano il canone.
Se volete delucidazioni più precise vi basta andare a vedere su questa pagina di Wikipedia ma in parole povere ve lo posso dire io:
Noi paghiamo il canone come tassa sul possetto di un impianto di ricezione televisiva. Cioè? Paghiamo per avere in casa uno o più Televisori.
Molti mi dicono che sono sempre negativo in quello che scrivo ma in questo caso permettetemi di dirlo… che boiata tremenda.
Già dieci anni fa si diceva “chi di noi non ha in casa almeno una TV” e oggi diciamo “chi di noi non ha in casa almeno due TV“.
La televisone è entrata di diritto a far parte degli ellettrodomestici di comune utilizzo. Sarebbe come pagare una tassa per il possesso del frigorifero.
Apro una piccola parentesi: vi ricordate quando ci facevano pagare il canone per l’autoradio??? Per fortuna ci hanno liberato di quella tassa insulsa.
Chiusa piccola parentesi.
Ma diciamo pure chè è “giusto” pagare per il possesso della TV. Voi nel vostro apparecchio televisivo quali canali guardate? Solo la Rai? Non credo proprio.
Allora perchè una fetta di quella tassa non può finire nelle tasche della Finivest, la7, MTV, le reti locali e così via. Anche loro vengono viste attraverso lo stesso apparecchio televisivo per cui noi paghiamo per averlo in casa.

0 Commenti

Articoli Simili