Archivio del Tag gatto

Amici per sempre

Oggi ho letto una news che mi ha colpito e toccato.

Da amante degli animali la storia di questi due piccoli amici mi ha commoso.

La storia è ambientata nei pressi di Manchester, si tratta della splendita amicizia tra un pastore del Lancashire di nome Oscar e Arthur, un immenso gattone bianco.

Cane e gatto sono sempre stati inseparabili fin da cuccioli. Giocavano, mangiavano e dormivano insieme. Ma questa storia di amicizia purtroppo si è conclusa.

Il gatto Arthur è infatti morto. Il padrone dell’animale lo ha seppellito in giardino sotto il vigile e disperato sguardo di Oscar.

Quella notte il cane è tornato in giardino a disseppellire l’amico defunto. Passando ore e ore a leccare il pelo del gatto per pulirlo dalla terra e ridargli il candore del suo folto pelo bianco. La mattina il padrone dei due animali ha trovato Oscar addormentato accanto al cadavere del gatto.

Ora Arthur è stato seppellito di nuovo, in una fossa più sicura e profonda. I propretari dell’animale hanno comprato un nuovo gatto che piano piano stà conquistandosi l’amicizia di Oscar.

So che per molti di voi questo post può sembrare frivolo e sdolcinato ma mi stupisco sempre dell’animo animale e di quanto questo sia molto più profondo di quello umano. Se solo le persone fossero come i nostri amici animali il mondo sarebbe sicuramente un posto migliore.

3 Commenti

Articoli Simili

Il Gatto della Morte

gatto_della_morte.jpg

Stati Uniti d’America, ospedale per anziani Steere House di Providence a Rhode Island. Quì è cresciuto e vive da due anni un gattino di nome Oscar (in foto).
Bel gattino… cosa fai appoiallato di fianco a quel vecchietto? Se potesse rispondere sapete cosa direbbe? “Sto aspettando che tiri le cuoia“.
Si avete capito bene. Questo gatto riesce a sentire in anticipo quando un paziente sta per morire.
Secondo gli infermieri e dottori dell’istituto americano questo gatto quando si accovaccia a fianco di un anziano paziente vuol dire che al poveretto gli rimangono dalle 2 alle 4 ore di vita. Fino ad adesso sembra che abbia previsto ben 25 morti in un’anno e mezzo.
Direi incredibile, forse avevano ragione gli egizzi a venerare questi animali come dei.
Ma c’è una cosa che mi diverte, immaginare certe scene nell’ospedale. Questo gattino che circola indisturbato per l’istituto passeggiando tra i pazienti… mi immagino la reazione di questi: “pussa via brutto gattaccio mena sfiga (e giù con gli scongiuri nelle parti bassi)”, vecchietti che gli corrono dietro con la sedia a rotelle cercando di spappolargli le cervella con una scopa… eh eh eh!!!
Apparte gli scerzi penso che sia inquietante per gli anziani degenti in una corsia d’ospedale vedere questo gattino della morte accucciarsi ai piedi del proprio letto. Ma che caz… se ci fossi io in uno di quei letti d’ospedale… la prima volta che mi si avvicina la sera mangierei coniglio.

Personalmente preferisco gatti più simpatici come questo qui sotto.

0 Commenti

Articoli Simili