Archivio del Tag alunni

Decreto Gelmini

Oggi è stato approvato il decreto Gelmini.

Devo essere sincero, non sono proprio contrario a questo decreto, sopratutto per quanto riguarda il maestro unico, purtroppo questo però comporterà tagli tra i docenti.

Comunque non scrivo per dare il mio giudizio sul decreto ma per capire come i giovani studenti di oggi vengano considerati.

Prima di tutto posso dire che è normale, a mio parere, un tale malcontento. Sono ormai 10 o 15 anni che l’universo scolastico viene bombardato da decreti su decreti, cambiando continuamente il sistema scolastico.

Ma quello che voglio più capire è il perchè della quasi totale indifferenza al dialogo con gli scolari. Era chiaro che scoppiassero dei disordini, sopratutto dopo le dichiarazioni del "cavaliere" e le sue smentite da smemorato. Ma soprattutto la causa dei disordini è da cercare nella completa mancanza di scambio di opinioni con chi nella scuola ci deve studiare.

Il diritto allo sciopero è di tutti ma per quanto riguarda gli scolari mi sembra che non sia così. Si è polemizzato sul fatto che bloccassero le aule e occupassero le scuole, impedendo agli altri alunni di presenziare alle lezioni. Oggi a Milano alcuni scolari hanno occupato la stazione di Lambrate e subito dopo sono stati sfollati. Sempre a Milano i ragazzi volevano bloccare la tangenziale Est ma sono stati fermati. Ora io mi chiedo…. avete mai sentito di tali ostruzioni alla manifestazione quando questa è fatta da metalmeccanici, cobas del latte, camionisti, trasporti pubblici, ecc…. Questi infatti quando scioperano sono in grado di mettere in ginocchio anche una grande città come Milano, ma quando a cercare di manifestare sono gli alunni, che provano a occupare la scuola, si sparano sentenze chiamandoli asini e condannando il loro metodo di protesta.

Personalmente mi sembra che sia proprio il contrario, ai giovani manifestanti vengono tarpate le ali impedendoli di provocare i classici "disagi" di uno sciopero, unico modo per farsi sentire (ve lo dice un metalmeccanico che al rinnovo del contratto vede maturare delle battaglie mica da poco), impedendogli così il naturale e legale diritto a protestare.

Non sono più un alunno da molto tempo ma sto con questi ragazzi, al di la del fatto che approvi o no il decreto Gelmini. Dico così perchè hai miei tempi scioperare a scuola era una scusa come un’altra per andare in centro a inchiodare le ragazze. E vedere che oggi  sono tornati a riaffiorare l’orgoglio, gli interessi e opinioni dei ragazzi che sembrano aver riconquistato il gusto di pensare con la propria testa per garantirsi un futuro migliore, mi fa ben sperare per le nuove generazioni. Non saranno mai gli anni ’60 ma è pur sempre qualcosa.

18 Commenti