Spiderman 3

spiderman3.jpg

Finalmente sono riuscito a vedere Spiderman 3.
Ora sono quì a recensire il film. Devo dire che sono stato parecchio sugestionato dalle critiche che ho letto prima di vedere la pellicola. Tutte erano molto severe a riguardo della qualità del film e devo dire che in parte hanno ragione.
In effetti dopo i primi due capitoli dell’Arrampicamuri molto belli, il terzo lascia un po a desiderare.
Ma per uno come me, ex lettore accanito dei fumetti Mavel, riesce a giustificare la bassa qualità del film con un’unica motivazione: a mio parere gli autori del film hanno voluto calcare un po troppo la mano cercando di rispettare a pieno la trasposizione del fumetto su pellicola. Questa è un a buonissima cosa e con i primi due film gli autori avevano fatto un bellissimo lavoro rispettando la storia e la cronologia del fumetto.
La stessa cosa succede in Spiderman 3, solo che hanno voluto strafare. Infatti nel film ci sono tre storie ben distinte, che nel fumetto sono state raccontate in mesi se non anni. Nel film invece è stato tutto raccontato in 2 ore circa.
Chiaro che il risultato non è stato dei migliori ma è sicuramente una colpa comprensibile. Forse era troppa la voglia di portare sullo schermo tre bellissime saghe di Spiderman, come quelle dell’Uomo sabbia e le lunghissime e infite storie di Goblin e del simbiota alieno Venom, quest’ultimo ebbe un tale successo quando fece la sua comparsa nel fumetto che da li a pochi anni gli autori della Mavel, decisero di fare uscire una collana di albi a lui dedicati.
In conclusio penso che Spiderman 3 sia tutto sommato un bel film, grandiosi gli effetti speciali le senografie e la fotografia. Unica pecca, ripeto, è l’aver affrontato troppo storie, tutte bellissime, in una botta solo. Da un film mediocre se ne potevano ricavare tre stupendi.
Ancora una cosa da sottolineare. Non so se è una cosa voluta ma l’interpretazione che Tobey Maguire da a Peter Parker inizialmente lascia un po a desiderare, facendo passare Peter più coglione di quanto non sia in verità ma dopo la prima metà del film si riscatta con una bellissima interpretazione, a tratti anche comica, del giovane Parker posseduto dal simbiota alieno che lo trasforma nel carattere.

Articoli Simili

Scrivi un Commento

La tua mail non sarà mai pubblicata. I campi con (*) sono obbligatori

*
Per pubblicare il tuo commento (no messaggi spam), inserisci la parola raffigurata in figura. Clicca sulla figura per sentire lo spelling.
Click to hear an audio file of the anti-spam word