Contratto Chiuso

Finalmente è chiuso il contratto dei metalmeccanici tra Federmeccanica e i Sindacati. Ieri sera è stato raggiunto un’accordo che sembra aver portato il sorriso da entrambe le parti.

I metalmeccanici (nella categoria ci sono anche io) si vedranno aumentare la busta paga di 127 euro dilazionati in tre aumenti nei prossimi 30 mesi. Il primo aumento parte da subito aumentando la busta paga di 60 euro. Il secondo ci sarà il primo Gennaio 2009 e sarà di 37 euro. Il terzo e ultimo di 30 euro è previsto per il primo settembre 2009. La retribuzioni di lavoratori che non hanno un contratto aziendale è pari a 260 euro, cioè 20 euro al mese per 13 mesi su base annua. Ci sarà poi l’una tantum di 300 euro che sarà erogata in una sola volta nel mese di Marzo 2008.

Sembra che finalmente qualcosa si sia mosso. Come metalmeccanico sono abbastanza contento ma non è comunque possibile che ogni volta si debba sempre arrivare agli scioperi e trattative interminabili per il rinnovo di un contratto che copre una grande parte dei lavoratori italiani, quasi 2.000.000, e che dovrebbe essere una pratica se non automatica almeno scontata. E così dovrebbe essere per ogni categoria di lavoro.

Articoli Simili

3 Comments

  1. KingFreak scrive
    at 01:49 - 22nd gennaio 2008 Permalink

    Non ho capito bene il discorso degli straordinari “comandati”?

    Io aspetto con ansia quello dei ferrotranvieri!

  2. Actarus scrive
    at 18:03 - 22nd gennaio 2008 Permalink

    Anche la vostra categoria sta messa bene ogni volta che c’è da rinnovare…!!!

  3. caroparlamento scrive
    at 11:24 - 1st febbraio 2008 Permalink

    salve,
    mi chiamo giacomo faenza, ho aperto un blog http://www.caro-parlamento.blogspot.com e ti vorrei chiedere se puoi fare in modo di segnalarlo sul tuo sito.

    il blog serve per fare il casting delle persone da intervistare per il mio documentario (che sto già girando in tutta italia), si intitola Caro Parlamento, il tema sono i giovani e il lavoro nell’italia del 2008, non ha un taglio politico bensì istituzionale. la costituzione dice cose bellissime in materia di lavoro ma dalle interviste che ho già raccolto emerge che i principi costituzionali non sono stati applicati gran che… il documentario parla di dignità ferita di una generazione e questa volta a dirlo al Parlamento non saranno i soliti articoli di giornale o le fredde statistiche, ma noi giovani col nostro volto, il nostro sguardo, la nostra voce.

    grazie dell’attenzione,

    giacomo faenza

Scrivi un Commento

La tua mail non sarà mai pubblicata. I campi con (*) sono obbligatori

*
Per pubblicare il tuo commento (no messaggi spam), inserisci la parola raffigurata in figura. Clicca sulla figura per sentire lo spelling.
Click to hear an audio file of the anti-spam word