Sa(n)remo tutti politici!!!

Eccoci come tutti gli anni alla consueta tradizione del festival di Sanremo.

Per tutte le edizioni si cerca sempre qualcosa di nuovo per far parlare del festival ma stavolta si è quasi toccato il ridicolo.

Sicuramente ne avrete già sentito parlare, perchè purtroppo giornali e TV danno una grande importanza a questa news. Infatti è degli ultimi giorni lo "scandalo" che ha investito Sanremo.

Chi per primo ha lanciato il sasso sono stati Povia e Baccini, che vedendosi esclusi dalla manifestazione hanno pensato bene di farne un fatto politico. C’è da dire che Baccini ha ultimamente dichiarato che per lui la politica non centra e quindi viene da pensare che o ha ritrattato oppure i giornalisti hanno frainteso. Ma Povia rimane della sua idea. E’ un festival di sinistra… queste le dichiarazioni accusatorie. Appena sentito questa dichiarazione ho pensato subito due cose: o ci si vuole fare pubblicità oppure si vuol far sapere che si è di destra.

Certo, dichiarare il proprio schieramento politico non lo trovo affatto denigrante, però c’è modo e luogo per fare certe affermazioni. Che ci sia una selezione dietro a Sanremo, e che magari questa abbia dei canoni influenzati da persone e aziende influenti, non lo metto in dubbio ma che il festival sia pilotato dalla politica mi sembra una fesseria.

Quale schieramento politico (sia di destra che di sinistra) può pensare di trarne vantaggio da tutto questo?

Diciamo la verità, a Povia non è andata giù l’esclusione come ex vincitore di Sanremo e ha messo in piedi un paglione fuori misura. Come si fa a dare la colpa al governo se si viene esclusi dal festival… e poi se vogliamo dirla tutta non credo proprio che cantanti come Toto Cotugno, e gli altri partecipanti di quest’anno, siano dei noti partigiani nostalgici.

Comunque penso che, come da qualche edizione a questa parte, la parte più interessante del Festival di Sanremo anche quest’anno sarà il dopo festival, che voci non ufficiali danno come padroni di casa gli Elio e le Storie Tese.

Comunque vada sarà un successo?

Questo il mio brano preferito dei Sanremo degli ultimi 10 anni, e non era nemmeno in concorso. Mi piace anche per la partecipazione ironica di Frankie Hi-NRG che personalmente considero l’ultimo e vero Rapper italiano, che oltretutto parteciperà quest’anno al festival.

Articoli Simili

3 Comments

  1. sefirot2 scrive
    at 19:03 - 10th gennaio 2008 Permalink

    Parlare di politica nella scelta dei cantanti mi sembra una grande stupidata.
    D’altra parte l’esclusione di cantanti (?) quali dallara,teddy reno ed altri reperti storici similari mi sembra il minimo.
    D’accordo che si può essere ottimi cantanti anche ad una certa età ma non mi pare che costoro abbiano mai avuto
    tanta caratura.
    Sono,pertanto d’accordo con alcune esclusioni anche se del festival di sanremo non mi importa assolutamente nulla.
    sefirot2

  2. erika scrive
    at 17:45 - 12th gennaio 2008 Permalink

    se avesserò escluso povia inizierei a rivalutare la classe politica…
    baccini invece è uno che se la è proprio giocata male la carriera:dal duettare con de andrè ad un imbarazzante tentativo d’abbordaggio a music farm nei confronti di dolcenera (dalle stelle alle stalle)

  3. Gioacchino scrive
    at 15:36 - 20th maggio 2008 Permalink

    che sito di sinistra!
    vi sembra così arduo intuire che il festival di Sanremo è pilotato?Basti pensare alla canzone presentata dalla Tatangelo e alla partecipazione di Frank Hi-NRG..
    ma per favore..

Scrivi un Commento

La tua mail non sarà mai pubblicata. I campi con (*) sono obbligatori

*
Per pubblicare il tuo commento (no messaggi spam), inserisci la parola raffigurata in figura. Clicca sulla figura per sentire lo spelling.
Click to hear an audio file of the anti-spam word