Maleducazione nei Blog

pertini.jpg

Io dico e ho sempre detto questo al mio avversario: io combatto la tua idea, che è contraria alla mia, ma sono pronto a battermi sino al prezzo della mia vita perché tu la tua idea la possa esprimere sempre liberamente.

Questa frase di Sandro Pertini fatta in un discorso di fine anno mi ha sempre toccato profondamente. In poche righe racchiude quella che dovrebbe essere l’ideale della libertà di parola e di esprimere la propria opinione.
Aprendo questo blog pensai bene di chiamarlo Pensiero Libero appunto rifacendomi alla frase sopra citata. Dico la mia su tutto quello che mi passa davanti, si a volte in maniera un po dura ma se il mio pensiero è quello allora è giusto che lo scriva. Non voglio scrivere cose che sono lontane dalla mia convizione solo per attirare persone a discutere i miei post. Mi basta solo che questi vengano letti.
Ma da quando ho intrapreso questo mio viaggio da blogger mi sono naturalmente documentato per il web, andando a vedere la multitudine di blog che sono presenti in rete e per alcuni di questi mi sono fatto un’idea ben precisa:
Sono nati per lo scopo contrario al mio, cioè provocare senza remore e mettere in pubblica piazza argomenti che, volutamente, attirano le ire della gente che li legge scatenado così una miriade di commenti offensivi di utenti che da prima provano anche a discutere ma alla fine ci si offende in maniera anche molto volgare. Tutto questo grazie alla fomentazione della rivolta spinta dallo stesso amministratore del blog. Oltre a trovarlo al quanto deprecabile penso che sia anche una brutta forma di protagonismo che sfocia in maleducazione, come se il web non fosse già pieno delle più grandi porcherie che si possano immaginare.
Non voglio di certo fare il martire, sentendomi offeso da questi blog, o dire che il mio Blog è il migliore, anzi penso che sia uno dei peggio scritti. Sono solo un’operaio che pigia su qualche decina di tasti e non con poca fatica.
Dico solo che aprire dei post con il solo scopo di irritare la gente mi fa venire il prurito, come per una brutta infezione. Infezione che tocca il mio orgoglio di chi come me cerca sempre di dire la verità, anche se la verità in questione è solo mia ma almeno è quella che io ritengo giusto.
Certo anche quì ci sono stati casi in cui la discussione si è fatta un po forte nella pagina dei commenti ma anche i quei casi è stato proprio uno di quei maniaci di protagonismo a scrivere per primo e cercare di ribattere in maniera molto pesante quello da me scritto. All’inizio mi è andato il sangue alla testa ma quando ho visto che il fomentatore stava raggiungendo il suo scopo ho cercato subito di darci un taglio e chiudere la discussione.
Questo è quello che fanno, cercare di irritare la gente denigrando le tue idee per le loro, invece di discuterne e magari cercare di capirsi.

Ricordare le parole di quello che forse è stato il Presidente della Repubblica più umano forse farebbe bene al dialogo e alle espressioni di opinioni.

1 Comment

  1. Maxprodan scrive
    at 20:25 - 12th Aprile 2009 Permalink

    Troppe persone non sono in grado di usufruire adeguatamente del diritto costituzionale di esprimere liberamente il proprio pensiero e, a volte, utilizzano un linguaggio inopportuno, ingiurioso e denigratorio nei confronti degli altri; purtroppo alcuni bloggers, nel timore di fare la figura dei censori, non filtrano adeguatamente certi interventi, contribuendo in tal modo all’imbarbarimento delle discussioni.

Scrivi un Commento

La tua mail non sarà mai pubblicata. I campi con (*) sono obbligatori

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image